Bocconcini di pollo speziati e considerazioni sulle donne al volante

Tranquilli, stavolta non sono andata contro nessuno palo/albero/oggetto inutile con la macchina. Ieri sera stavo tornando a casa dopo una serata con le amiche quando in lontananza ho visto un omino vestito di blu scuro, un po’ infreddolito, che con una paletta mi faceva gentilmente segno di accostare. Ero molto tranquilla, non avevo bevuto, non trasportavo stupefacenti  di alcun tipo e la mia assicurazione è appena stata rinnovata, quindi sono rimasta serena e spensierata finchè mi ha detto: “patente e libretto per favore”. Nulla di strano ovviamente, tranne per il fatto che nella mia piccola e bionda testa se una cosa si chiama “libretto” deve avere la forma di un libro un po’ piccolo, o di un quaderno, o di qualsiasi altra cosa che si possa sfogliare insomma. Così ho temporeggiato, gli ho dato la patente, ho cercato e ricercato nell’enorme raccoglietore in cui tengo tutti i documenti che riguardano l’auto e di cui ignoro il significato ma nulla. Nessun quaderno, nessun libricino, ho trovato solo un buono sconto scaduto per un outlet. Presa dal panico ho guardato l’agente negli occhi, ho richiuso il raccoglitore e gliel’ho dato dicendo: “mi scusi, ma non ho idea di che aspetto abbia il libretto, comunque deve essere qui dentro”. Per fortuna il poliziotto si è messo a ridere e dopo trenta secondi ha tirato fuori ciò che cercava, un foglio. UN FOGLIO. Quale mente geniale ha deciso di chiamare un foglio “libretto di circolazione”? Cioè, potevano inventarsi qualcosa che fosse più immediato per tutte le donne che come me non hanno molta confidenza col mondo delle autovetture. Non so: “documento di circolazione” non era più semplice? Almeno adesso so com’è fatto.

Ora che avete potuto constatare la mia assoluta ignoranza parliamo di cibo che è meglio. Questo piatto è veramente semplice da realizzare ed ha un sapore veramente ricco e piacevole, quindi vi consiglio vivamente di provarlo, è una ricetta del tipo “minima spesa massima resa”. Mi scuso ma posterò un’unica foto, perchè non mi sono accorta che tutte le altre 12 che avevo fatto sono venute sfocate (tutto questo perchè non mi avete ancora regalato una reflex ed un corso di fotografia, quindi sentitevi colpevoli almeno quanto me).

Bocconcini di pollo speziatiINGREDIENTI PER 2-3 PERSONE:

1 petto di pollo

pane grattugiato

rosmarino tritato

curry

maggiorana

cumino

curcuma

paprika

pepe

mezzo bicchiere di vino bianco secco

sale

 

Pulite il petto di pollo e tagliatelo a bocconcini.

Mescolate in una ciotola 2 manciate di pane grattugiato con le spezie (non ho scritto le dosi perchè si va a gusto personale, io amo molto la paprika quindi ne ho messa di più rispetto alle altre spezie, voi seguite il vostro gusto).

Passate i bocconcini nel composto pressando bene con le dita in modo che siano impanati bene.

Scaldate 3-4 cucchiai d’olio in una padella, unite la carne e rosolatela in modo uniforme. Salate e bagnate con mezzo bicchiere di vino bianco.

Finite di cucinare (circa 10-15 minuti).

Buona domenica!

9 commenti
  1. Ora so che al mondo c’è qualcun altro come me. Anche io, essendo stata fermata pochissime volte, ho avuto il momento di vuoto cosmico da “libretto di circolazione”, mamma mia! Sono bionda pure io, dentro!

    • franciwp ha detto:

      Grazie mille, adesso so di non essere sola! 🙂

      • Di nulla 🙂 mi strapiace il tuo blog!!!!! Lo leggo con grande piacere! Buona serata

Aiutami a tornare una pesona normale: commentami!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: